Federazioni Distretti Italiani
 
 

Distretto del tessile-abbigliamento di Prato

Torna: Toscana

Sede del Distretto
L’area del Distretto tessile di Prato include 12 comuni in un’area a cavallo tra le province di Prato (comuni di Prato, Cantagallo, Carmignano, Montemurolo, Poggio a Caiano, Vaiano, Vernio), di Pistoia (comuni di Agliana, Montale, Quarrata) e di Firenze (comuni di Cadenzano e Campi Bisenzio) e interessa una superficie di 700 kmq e una popolazione che conta più di 300.000 abitanti.
La delimitazione geografica del distretto è quella adottata dalla Regione Toscana, con D.G.R. 21/02/2000 n. 69, sulla base dei parametri indicati dal D.M. del 21/04/93, riadattati in seguito alla L. 140/99, fondata sull’individuazione dei sistemi locali del lavoro definiti dall’Istat con i dati censuari del 1991.

Specializzazione produttiva
Prato rappresenta uno dei più grandi distretti industriali italiani ed uno dei centri più importanti, a livello mondiale, per le produzioni di filati e tessuti di lana: vi si producono tessuti per l’industria dell’abbigliamento, prodotti tessili per l’arredamento, filati per l’industria della maglieria; tessuti non tessuti e tessili speciali per impieghi industriali, prodotti in maglia e capi di abbigliamento da uomo e donna, in lana cardata e pettinata, cotone, lino, seta e fibre sintetiche. In forte crescita anche il settore del pronto moda.
 
Caratteristiche del distretto
All'interno del distretto è riscontrabile un sistema molto articolato di produzioni, che si distinguono per le materie prime utilizzate (lana, cotone, fibre artificiali e sintetiche, ecc.), i processi (filatura pettinata e cardata, tessitura ortogonale e maglia, nobilitazione), i segmenti di mercato (dal lusso ai consumi di massa) e gli impieghi finali (abbigliamento, maglieria, arredo). Altri settori di supporto sviluppatisi all’interno del distretto riguardano la progettazione, la creazione e styling, il marketing del prodotto, la consulenza organizzativa e strategica e l’ICT. Un tratto forte del sistema industriale pratese è costituito dalle relazioni con i mercati internazionali: il settore tessile esporta oltre la metà della sua produzione e intrattiene rapporti commerciali con più di 100 nazioni.

Ente di riferimento
Unione Industriale Pratese
Via Valentini 14 59100 Prato
Tel. +39 0574 4551 - Fax +39 0574 604595
Sito: www.ui.prato.it

Riconoscimento normativo regionale
Il Distretto è stato riconosciuto con delibera del Consiglio Regionale della Toscana n. 69 del 21.02.2000, “Individuazione dei distretti industriali e dei sistemi produttivi locali manifatturieri ai sensi dell’art.36 della Legge 317/1991 come modificato dall’art.6, comma 8 L.140/99.

Dati quantitativi

N. Imprese (2014) 8.202 Var.% Imprese (2013/2014) -0,93
N. Imprese fino a 49 addetti (2013) 6.670 Var.% Imprese fino a 49 addetti (2012/2013) -2,76
N. Addetti (2013) 31.808 Var.% Addetti (2012/2013) -2,32
Export 2014 (Mln Euro) 2.093 Var.% Export (2013/2014) 7,65

N.B.:I dati riportati fanno riferimento ai principali ambiti merceologici di specializzazione del distretto (core business, tessile e abbigliamento in questo caso), cui possono aggiungersene altri che, essendo meno rilevanti, non vengono esposti (a esempio, il settore della meccanica per l’industria tessile o della produzione di prodotti chimici per il tessile), come del resto tutto l’indotto della logistica, dei servizi e delle professioni collegato alle attività principali. I dati presentati riguardano l’intero territorio sul quale insiste il distretto.

 
UNIONCAMERE
Istituto Guglielmo Tagliacarne
OSSERVATORIO NAZIONALE DISTRETTI ITALIANI
SEDE SEGRETERIA
c/o Unioncamere Veneto
Via delle Industrie 19/D - Edificio Lybra
30175 Marghera - Venezia
Tel. +39 041 0999 337 - Fax +39 041 0999 303
Cod. Fisc. 90032590029
crediti: Representa
representa.it