Federazioni Distretti Italiani
 
 

Distretto Industriale tessile-abbigliamento Biella

Torna: Piemonte

Sede del Distretto
L’intera area di Biella, che si estende su di un territorio di poco superiore ai 900 kmq, comprende ottantadue Comuni della zona nord-orientale del Piemonte e costituisce uno dei maggiori centri mondiali dell’industria tessile/laniera, con una ulteriore specializzazione nel settore meccanotessile, cioè nella produzione di macchine per l’industria tessile.

Specializzazione produttiva
I prodotti di specializzazione del distretto sono i filati e i tessuti, realizzati prevalentemente in lana e in altri materiali pregiati: il biellese è noto soprattutto per la produzione e la lavorazione dei tessuti e filati in cashmere, pelo di cammello, alpaca, vigogna, mohair, oltre alle più pregiate lane australiane superfini. Le produzioni principali riguardano i tessuti per abbigliamento maschile e femminile, i filati per tessitura e per maglieria, nonché tutte le lavorazioni ausiliarie della filiera tessile laniera (pettinatura, tintoria, finissaggio, ecc.). Per quanto riguarda i settori di supporto particolarmente sviluppati si segnalano i comparti meccano-tessile e tessile tecnico a sostegno della specializzazione distrettuale.

Caratteristiche del distretto
Nel distretto operano alcuni gruppi industriali di grande tradizione e prestigio, che hanno affermato il loro nome a livello internazionale (Cerruti, Piacenza, Ermenegildo Zegna, Zegna Baruffa), che comprendono tutte le fasi del processo produttivo e realizzano la maggior parte delle esportazioni distrettuali, grazie alla maggiore solidità finanziaria e all’accesso ai circuiti distributivi internazionali. Accanto ad essi operano moltissime pmi che, pur realizzando un ottimo prodotto dal punto di vista qualitativo e delle caratteristiche tecniche, non godono di un marchio conosciuto e in grado di attirare il cliente finale. Per questo spesso queste imprese lavorano per altri committenti distrettuali o per imprese di abbigliamento extra distrettuali (a loro volta in contatto con la grande distribuzione e i canali distributivi), in una posizione di subalternità. Il mercato di riferimento per le imprese biellesi è per la maggior parte localizzato fuori distretto, pur essendo il prodotto un bene intermedio, a causa dell’assenza nel territorio di un forte comparto dell’abbigliamento: una buona fetta del fatturato delle imprese dell’area proviene dal rapporto con imprese di altre province italiane o con clientela estera, segnalando un’elevata propensione all’export (Unione Europea, Svizzera, Hong Kong, Cina, Giappone, Turchia e Stati Uniti). Il distretto, insieme ad altre imprese del tessile, del meccanotessile e della moda piemontesi, sta prendendo attivamente parte al Progetto Integrato di Filiera, parte del piano regionale per l'internazionalizzazione, organizzato dalla Camera di Commercio con la collaborazione dell'Unione Industriale Biellese. Il progetto comprende una serie di attività di formazione e accompagnamento delle PMI per proporre i loro prodotti sui mercati esteri. Sul territorio è presente un ITS specializzato in figure professionali del settore tessile e due corsi post-universitari: il Biella Master delle Fibre Nobili, attivo da più di vent'anni ed il nuovo Master in Management and Textile Engineering, entrambi finalizzati alla formazione di figure altamente specializzate per il settore Tessile/Abbigliamento/Moda

Ente di riferimento
Comitato di Distretto presso
Camera di Commercio di Biella

Via Aldo Moro, 15
13900 Biella (BI)
Tel. 015.3599311
Fax 015 2522215

Riconoscimento normativo regionale
Il distretto tessile-abbigliamento di Biella è stato formalmente riconosciuto dalla Regione Piemonte ai sensi della D.C.R. n. 250-9458 del 18 giugno 1996 (“Nuova individuazione dei Distretti Industriali”) e successivamente riconfermato come tale dalla Deliberazione del Consiglio Regionale 26 febbraio 2002, n. 227-6665 “Rideterminazione dei distretti industriali del Piemonte di cui alla D.C.R. n. 250-9458 del 18 giugno 1996”. Il Distretto aderisce alla Federazione Distretti Italiani

Dati quantitativi

N. Imprese (2014) 1.673 Var.% Imprese (2013/2014) -3,07
N. Imprese fino a 49 addetti (2013) 1.000 Var.% Imprese fino a 49 addetti (2012/2013) -7,15
N. Addetti (2013) 18.393 Var.% Addetti (2012/2013) -2,56
Export 2014 (Mln Euro) 2.098 Var.% Export (2013/2014) 1,67

* I dati fanno riferimento ai codici Ateco 13-14-15-28.94

 
UNIONCAMERE
Istituto Guglielmo Tagliacarne
OSSERVATORIO NAZIONALE DISTRETTI ITALIANI
SEDE SEGRETERIA
c/o Unioncamere Veneto
Via delle Industrie 19/D - Edificio Lybra
30175 Marghera - Venezia
Tel. +39 041 0999 337 - Fax +39 041 0999 303
Cod. Fisc. 90032590029
crediti: Representa
representa.it